VAL D'AVIO

La Val d'Avio è la più ampia delle valli del Parco. La sua spettacolarità, tuttavia, è legata ad alcune peculiarità geomorfologiche. La Val d'Avio è infatti un luogo ideale per osservare i fenomeni del modellamento glaciale, che hanno determinato la sua tipica forma ad "U", i circhi, le valli sospese, le rocce montonate, gli ampi gradini e, soprattutto, gli splendidi laghi, trasformati in bacini artificiali che alimentano le centrali di Pantano (presso il Lago Benedetto) e di Edolo. Le trasformazioni dell'uomo hanno modificato profondamente il paesaggio: con la realizzazione del Lago Pantano è andata perduta una splendida zona umida naturale cosparsa di isole sabbiose. Anche la natura ha del resto prodotto le sue modifiche e così, nelle
vicinanze di Malga Lavedole, si può osservare un'estesa prateria pianeggiante costituita per la maggior parte da una torbiera, che è ciò che resta del Lago Lavizolo. L'itinerario alla
scoperta della Val d'Avio porterà alla contemplazione delle maestose vette di Cima Plem (m. 3182), del Corno Baitone (m. 3330) e delle pareti dell'Adamello (m. 3539), nonché dei due
ghiacciai del Venerocolo e dell'Avio.

Scarica la nostra applicazione

Legenda

Cartografia

X
In costruzione...<br>
Iscriviti